lunedì 14 giugno 2010

Millefoglie di polpo e patate




Fa caldo, decisamente caldo e un bel piatto freddo fa proprio piacere!

Nella tradizione ligure il polpo o piovra, a seconda delle dimensioni, con patate è un piatto tipico. Provatelo nelle osterie, nelle friggitorie, in tutti quei locali in cui ve lo servono sul bancone di marmo veneto dagli anni. Accompagnatelo con un bichiere di vino bianco fresco!
Sono questi i piccoli piaceri della vita, no??

Dosi per 4 persone
Ingredienti:


800 grammi di polpo (meglio se fresco)
4 patate medie
sale e pepe
olio extravergine di oliva
succo di ½ limone
prezzemolo (facoltativo)




Procedimento
Riempire d’acqua una capiente pentola, non appena raggiunge il bollore immergere il polpo.
Lasciate cuocere per circa 1 ora. Nel frattempo cuocere, a parte, le patate.
Tritare un po’ di prezzemolo e tenerlo da parte.

Far raffreddare un po’ il polpo e quindi togliere parte della pelle e tagliare la testa ad anelli e i tentacoli a rondelle mantenendo attaccate le ventose.
Scolare le patate e tagliarle a cubetti.
Inserire in un coppapasta a strati alterni polpo e patate. Guarnire la parte superiore con la punta dei tentacoli.
Condire con olio extravergine di oliva, pepe, limone e una spolverata di prezzemolo.

Nota: il polpo in cottura perde un terzo del suo peso originario regolatevi di conseguenza per le dosi!

8 commenti:

  1. Polpo e patate è un piatto buonissimo che in estare non può mancare... presentato così è anche molto bello!

    RispondiElimina
  2. E io che pensavo che il polpo l'ho cucinato in tutti modi e tutte le forme.Mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  3. Deliziosa la presentazione, mi piace proprio.

    RispondiElimina
  4. a me piace molto peccato che non piaccia a mio marito. le tue foto sono bellissime!
    Francesca

    RispondiElimina
  5. che carino, cosi' barocco questo polipo...me lo pappo...!

    RispondiElimina
  6. presentazione molto carina!Brava!

    RispondiElimina
  7. davvero eccezionale!

    RispondiElimina
  8. Che bella "Millefoglie"! Complimenti per l'originalità della presentazione :-)

    RispondiElimina