lunedì 16 luglio 2018

La mia tartare



Un po'silente in questo ultimo periodo ma non potevo mancare la pubblicazione della mia nuova addiction: la tartare.
Questa è la versione che piace a me delicatamente piccante se no come dice il macellaio se la condisco troppo si perde il gusto di questa ottima carne. Lui però consigliava di condirla con un filo d'olio EVO, sale e pepe ma io ho voluto farla a modo mio.
L'ho condita con un mix di olio EVO di eccellente qualità, pepe macinato fresco, qualche goccia di tabasco, un cucchiaio di ketchup bio, una cipolla di Tropea piccola e un pizzichino di sale.
Dimenticavo: la suddetta carne è fassona piemontese rigorosamente tagliata a coltello.

Servitela con crostini di pane tostato e spalmato di burro di malga.